giovedì 21 marzo 2013

Torta di ciliege "Schwarzwälder Kirschtorte" o Foresta Nera

Buongiorno a tutti voi e buongiorno primavera!
Oggi dalle mie parti è una splendida giornata, il cielo è sereno e splende un bel sole, speriamo che questa stagione ci regali tante giornate come questa. Ora più che mai ho voglia di stare all'aria aperta, di ascoltare il canto degli uccellini, di godermi la natura che sta per sbocciare, di camminare scalza sui prati verdi e tutte le cose meravigliose che possiamo fare in questa stagione.
Per festeggiare l'arrivo della primavera ho voluto preparare questa torta che scelgo sempre quando entro in pasticceria. Noi la chiamiamo "Schwarzwälder" che significa "foresta nera", per molti è la torta di ciliege, che poi in realtà è con le amarene sciroppate.
L'ho fatta per la prima volta, è venuta carina e anche buona, ma ho ancora molto da imparare, ci vorrebbe tanta pratica, ma poi chi le mangia tutte quelle torte???? Il problema non sarebbe neanche tanto mangiarle, ma poi si sa dove vanno a finire tutte queste calorie.








































Io l'ho preparata piccolina, del diametro di 12 cm circa, ma ho seguito le indicazioni per una torta normale. Ho preparato la base di pan di spagna al cioccolato e poi l'ho ritagliata con un coppapasta di 10 cm, 3 cerchi per la precisione. Il resto di pan di spagna l'ho messo nel congelatore e l'ho utilizzerò per una cheesecake oppure per delle mini porzioni di torta di ciliege in vasetto, comodi per i pic nic.
Ho qualche problemino con il pan di spagna, non è venuto come dovrebbe, dovevo forse gonfiarlo di più con lo sbattitore elettrico, mentre io l'ho preparato a mano con una semplice frusta.
Comunque avendolo dopo bagnato con lo sciroppo di zucchero e amarena è rimasto morbidissimo e umido.
Questa torta, richiede tempo, pazienza e precisione. Vi lascio immaginare come era la mia cucina dopo la preparazione, cioccolato e panna ovunque.
Sto facendo pratica anche con il sac à poche e mi sono divertita moltissimo. La torta non è perfetta, è un po' storta, con qualche buchetto qua e là, ma ne sono davvero orgogliosa.








































Per il pan di spagna al cioccolato (stampo 28 cm):

8 uova
250 g di zucchero
150 g di farina
50 g di fecola di frumento
50 g di cacao in polvere
30 g di burro fuso
1 pizzico di sale

Sbattete le uova con zucchero e sale a bagnomaria, appena lo zucchero si è sciolto togliete dal fuoco e continuate a montare con un frullino.
Passate al setaccio farina, fecola e cacao insieme e aggiungete tutto alla massa di uova densa e schiumosa.
Alla fine, sempre mescolando aggiungete il burro fuso.
Ungete lo stampo con poco burro e cospargetelo di farina, versate l'impasto e cuocetelo per 40 minuti nel forno preriscaldato a 180°.
Per una torta più piccola potete anche utilizzare metà dose. 

Ingredienti per una torta da 16 porzioni circa:
1 fondo di pan di spagna al cioccolato (qui sopra)
70 ml di sciroppo di zucchero (che otterrete bollendo 20 g di zucchero con 50 ml di acqua)
4 cucchiai di sciroppo di amarene o il succo delle ciliege marinate
4 cucchiai di acquavite di ciliege o di rum
1/2 l di panna
20 g di zucchero a velo
150 g di amarene
100 g di cioccolato fondente
16 amarene per guarnire

Tagliate il pan di spagna fatto prima raffreddare in 3 strati, inumiditelo con lo sciroppo di zucchero mescolato allo sciroppo di amarene e al rum.
Montate la panna e dolcificatela con lo zucchero a velo (io ho aggiunto anche 1 bustina di panna fix)
Spalmate il fondo di pan di spagna con poca panna (io ho utilizzato il sac à poche) e cospargete con qualche amarena senza esagerare.
Sovrapponete un'altra sezione del fondo e ripetete l'operazione, coprite infine con l'ultimo strato e ricoprite bene tutta la torta con la panna (tenetene un po' da parte per la decorazione finale).
Con un coltello tagliate il cioccolato fondente in modo da ottenere tante piccole scaglie, distribuitele bene sulla torta aiutandovi con una spatola (l'operazione è un po' complicata, ma con molta pazienza e delicatezza ci si riesce).
Inserite la panna rimasta nel sac à poche e decorate la superfice con tante piccole roselline e le amarene rimaste.









































tazzine e porta candela Tine K Home

Ho preso la ricetta dal libro "Cucinare nelle Dolomiti" di Heinrich Gasteiger, Gerhard Wieser e Helmut Bachmann.
Se, come me, avete poca esperienza con dolci di questo tipo, vi consiglio di provare prima a fare una torta piccola in modo da prendere un po' di confidenza con la manualità.

Vi auguro una splendida giornata e anche un buon week end!!!
Con affetto
Sabina

45 commenti:

  1. che torta spettacolare!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  2. E' meravigliosa davvero! L'ho vista nell'altro blog e ho pensato che qui cì fosse la ricetta! Davvero magnifica! Un bacione

    RispondiElimina
  3. Mia cara questa torta è uno spettacolo già per gli occhi.
    Ne mangerei subito una fetta.
    Buona giornata di sole!

    RispondiElimina
  4. Ma no, secondo me è perfetta e non sai cosa darei per assaggiarla subito!
    Buona giornata.
    ALice

    RispondiElimina
  5. è bellissima! Se ti invito a cena la porti per dessert?

    RispondiElimina
  6. Anche se on riuscirò mai a pronunciarne il nome...e' bellissima e rende anche l'idea di quanto si a buona!!!
    Brava!

    Silvia

    RispondiElimina
  7. uhhhh tutti quegli starti guduriosi!! auhhhhhhhhh ^___^

    RispondiElimina
  8. Hey! Great post I just came across your blog and
    I love it! It would be amazing if you could visit my blog too.
    We can also follow each other if you like! :)
    thanks for sharing !!!
    καρυωτακης
    kariotakis

    RispondiElimina
  9. Bellissima torta, Sabina, manda una piccola fetta anche a me!

    RispondiElimina
  10. Si.. finalmente è primavara!!! Non ne potevo più di giornate grigie.. spero solo che il sole resti con noi anche nel w.e.!!! Bellissima e golosa la torta.. Buona giornata :-)

    RispondiElimina
  11. E' carinissima cosi' piccina! Ti diro' mi hai fatto venire voglia di andare in cucina a preparare un dolce per la merenda di oggi( noi facciamo ancora merenda come i piccoli).
    Grazie Susy

    RispondiElimina
  12. Mamma mia che bellezza.....e immagino anche che sia stra buona!!!

    RispondiElimina
  13. Allora ci avevo visto giustooo!! :D <3 e' spettacolare, amica mia. Pensa, la conosco bene bene perchè mio zio abita proprio a 20 minuti dalla Foresta Nera e la porta sempre quando viene a trovarmi! La tua è semplicemente stupenda! :D Non vedo l'ora anche io di potermi godere visceralmente la Natura, cara.. gli uccellini, il tepore, i fiori.. ma mi sa che peggiora un'altra volta... un bacino!

    RispondiElimina
  14. Che bella che è! Fuori e anche dentro! Complimenti Sabina!

    RispondiElimina
  15. Cosa dire se non Meravigliosa!!!prendero' spunto da questa torta !!ma come hai fatto con il coltello a fare le decorazioni di ciok?

    RispondiElimina
  16. Hai talento tesoro e son sicura che la pratica affinerebbe questa tua qualità!Io la trovo stupenda,degna di una pasticceria...è da tempo che vorrei cimentarmi in una"foresta nera"!Bravissima tesoro,un bacio scaldato dal bel sole che oggi mi sta deliziando!

    RispondiElimina
  17. è favolosa e io la adoro...complimenti!

    RispondiElimina
  18. Che spettacolo Sabina!!!!! Immagino quanto sia buona:)
    Anche qui oggi bellissima giornata...peccato sia solo x oggi! Un bacione!

    RispondiElimina
  19. Bella e buona, dentro e fuori!

    RispondiElimina
  20. Mi sono persa tra le meraviglie del tuo blog, bellissime le foto, bellissime le ricette, soprattutto quelle del tuo territorio che adoro!

    RispondiElimina
  21. Complimenti Sabina, è davvero un'opera d'arte!!!!!! Sei troppo modesta, questo capolavoro non sfigurerebbe neppure nelle migliori pasticcerie!! E quegli strati di soffice panna montata.. mmmmmmm, da svenire!!!

    RispondiElimina
  22. Tesoro mio che meraviglia hai fatto.. ! Oggi qui un sole splendido mi ha lasciato finalmente uscire per far correre e sfogare la mia Athena.. oltre ad essere una ricarica anche per me! speriamo duri..
    ti abbraccio

    RispondiElimina
  23. epperò, che goduria!! E sembra anche facile da preparare. Quasi quasi me la preparo per le prossime festività, visto che un pò di parenti si sono "autoinvitati" a casa mia per pranzo!! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  24. Golosissima e bellissima torta, ottimo inizio per un giorno speciale! anche io ho sempre qualche problemino col pan di spagna perchè faccio tutto a mano con le fruste, se avessi una planetaria sarebbe meglio! comunque, la foto della torta tagliata fa vedere una torta perfetta, con quei begli strati uniformi, bravissima Sabina!
    godiamoci finalmente queste belle giornate di primavera, chissà che meraviglia da te in mezzo ai monti! bacioni a te ed Elsa!

    RispondiElimina
  25. Ma è fantastica Sabi!!! Sei stata bravissima!!

    RispondiElimina
  26. Sabi questa torta è stupenda, non solo un inno alla primavera... bellezza pura e tu sei bravissima come sempre d'altra parte sforni capolavori! complimenti di cuore... un abbraccio grande:*

    RispondiElimina
  27. Stupenda questa torta
    Perfetta per dare il benvenuto alla Primavera tesoro
    Sei stata bravissima...la foto parla e parla golosamente!!!!!
    Complimenti!!!!!!!!
    Un grande bacio bionda
    e vedrai che il sole e le belle giornate daranno i loro frutti e presto ti sentirai strafighissima!!!!!!!!Ciao

    RispondiElimina
  28. buonissima questa tortina.....buona primavera. claudette

    RispondiElimina
  29. bella e buona tesoro, e poi l'idea di congelare il pan di spagna e fare una tortina più piccola la trovo giustissima, io ho tanti amici e quindi faccio tante torte e poi le regalo...non potrei certo mangiarmele tutte io...ma in famiglia sono tutti golosi quindi spariscono davvero in fretta!

    RispondiElimina
  30. bè, per essere la prima volta... bravissimaaaaaa!!!!!

    RispondiElimina
  31. Sabi, ti è venuta bellissima e sicuramente buona, deve essere una vera delizia! :) Ti mando mille bacini, per te e per Elsa! Un abbraccio forte forte :** <3

    RispondiElimina
  32. Anche a Roma oggi una bella giornata di sole, finalemnte!
    Speriamo duri, quella che invece che non durerebbe a casa mia è questa delizia...sparirebbe all avelocità della luce, troppo golosa!
    baci
    Alice

    RispondiElimina
  33. Questa torta mi intriga da parecchio, ma per qualche motivo ho sempre fatto passo. la tua invece è assolutamente perfetta e da provare :-)

    RispondiElimina
  34. bella e golosa, mi piace questa torta e così piccola è ancora più sfiziosa!
    ciao :-)

    RispondiElimina
  35. Bellissima.. quella piccola veramente lodevole!!!

    Not Only Sugar

    RispondiElimina
  36. Ti è venuta benissimo! Quando abitavamo a Bruxelles c'era una nota pasticceria che faceva la foresta nera, anche se penso che fosse una variante rispetto alla classica... era sempre la torta di compleanno di Alessia...
    Ho preso la mano con la sac a poche da quando ho comprato quelli usa e getta, comodissimi e molto più maneggevoli.
    Bacioni
    Tiziana

    RispondiElimina
  37. Sabina, questa torta è proprio uno spettacolo....
    A presto ciao kiara

    RispondiElimina
  38. Ecco cos'era la "Schwarzwälder Kirschtorte"! E' una meraviglia Sabina, è splendida e golosissima. Mi sta tententa un botto. Bacioni, buon fine settimana

    RispondiElimina
  39. Come non è bella Sabina!
    E' bellissima e so che è buona...è una delle mie preferite, la prendo spesso quando la trovo in pasticceria e non ho mai avuto il coraggio di farla.
    Un abbraccio Sabi! ;-) Roberta

    RispondiElimina
  40. buongiorno Sabina,dirti che e' meravigliosa e' troppo poco...mi prenota per mangiarla tutta e' un vero capolavoro,sei bravissima come sempre ...un abbraccio grande e buona domenica !!!

    RispondiElimina
  41. sabina una torta deliziosa e poi è molto bella da vedere
    complimenti ogni giorno l'appuntamento con il tuo blog è immancabile

    RispondiElimina
  42. Che meraviglia questa torta!!! Non la conosco ... ma mi piace da matti, a prima vista!!! ;-)))
    La primavera ... così come è arrivata se n'è già andata ... è tornato il brutto tempo per il momento ... Un baciooooo

    RispondiElimina
  43. è perfettaaaaaaaa complimenti, ho scoperto solo ora il blog e ti seguo, ma meglio tardi che mai; quando hai tempo e se vuoi passa da me ti aspetto ;)

    RispondiElimina
  44. Che buona questa torta! Poi ti ricordi? Me la fece Chiara per la mia laurea :) che bel regalo!

    Tra l'altro ho letto che con questa ricetta sei finita sul giornale, che brava! Lo sapevo che sarebbe successo, anzi, dovresti finirci più spesso!

    Marco di Una cucina per Chiama

    RispondiElimina