le due bionde

le due bionde

mercoledì 9 maggio 2012

Gulasch di vitello alla panna

Buon pomeriggio a tutti!!!!
Oggi con questa ricetta verrà fuori quel po' di "Sudtirolerin" che c'è in me, non posso mica tenervi sempre a stecchetto, ogni tanto un buon piatto sostanzioso ci vuole.












































Il gulasch non è un piatto proprio tirolese, ma fatto così, con l'aggiunta della panna potremmo farlo nostro. Dalle mie parti si usa spesso aggiungere la panna ai sughi, alle scaloppine ecc....




















Cambiando discorso, dovete sapere che per me scrivere il post è il momento per far fare il riposino ad Elsa. Si avete capito bene, lei dorme e si rilassa solo se è sdraiata vicino a me. Questo naturalmente non è da sempre, ma da quando si è ammalata, è come se avesse paura a star sola, e io da brava "mamma" faccio di tutto per farla star bene. Per me non è assolutamente un sacrificio, che sia ben chiaro, alla faccia di quelli che maltrattano gli animali.
Elsa ha quasi 14 anni e per me adesso ogni giorno insieme a lei è regalato. Il veterinario mi ha detto che se è vissuta così tanto è anche un po' merito mio.
A proposito, devo sbrigarmi a scrivere perchè dopo il riposino si va a fare la passeggiatina nei campi.
Come tutti i nonnini anche lei ha le sue abitudini e guai a sgarrare.












































Vi fa gola si o no questo gulasch????? A me tanto.
Figuratevi che a me piace talmente tanto che l'ho scelto come piatto per il mio matrimonio.
Essendomi sposata in un vecchio maso di montagna questo piatto ci stava proprio bene.






















Ingredienti per 4 persone:
800 g di spalla di vitello tagliata a dadi del peso di circa 30 g l'uno
1 cipolla grande
2 cucchiai di farina
1 cucchiaio di concentrato di pomodoro o un bicchiere di passata di pomodoro
60 ml di vino bianco
1 l di brodo di carne
50 ml di panna
1/2 cucchiaio di paprica (io metto quella piccante, ma andrebbe quella dolce)
1 spicchio d'aglio
1 cucchiaio di semi di cumino
maggiorana
scorza di limone grattugiata
sale e pepe
olio d'oliva per rosolare











































Condire la carne con sale e pepe e infarinarla.
In una pentola scaldare 2 cucchiai di olio d'oliva e rosolare la carne poi toglierla dal fuoco.
Nella stessa pentola dorare le cipolle tritate e l'aglio, aggiungere il concentrato di pomodoro, la paprica, riinserire la carne, mescolare e bagnare con il vino bianco.
Cuocere un po' la carne facendo evaporare il vino fino ad ottenere una colorazione marrone.
Versare il brodo e cuocere a fuoco basso per almeno un'ora (più cuoce meglio è).
Quando il sugo ha raggiunto una consistenza cremosa aggiungere i semi di cumino, la maggiorana e versare la panna. Ridurre la salsa cuocendo per altri 15-20 minuti, condire con la scorza di limone, regolare di sale e pepe e servire.
Questo gulasch andrebbe servito con del riso bollito, purè di patate e verdure stufate.
Inutile dirvi che per me non c'è niente di meglio della scarpetta con il pane.
La vera ricetta sudtirolese prevede l'aglio tritato messo a crudo come condimento finale, a me non piace perchè rovina il sapore e quindi lo aggiungo con la cipolla a inizio cottura.
Non esagerate con la scorza di limone grattuggiata, ma non omettetela perchè da quel tocco in più che non guasta.






















Vado a fare la passeggiatina e poi torno a guardare i vostri blog.
Un bacione
Sabina

38 commenti:

  1. Che meraviglia! Anch'io adoro il gulash! Ed è d'obbligo mangiarlo almeno una volta ogni anno che vengo nella Val di Funes! Così come tutte le altre vostre prelibatezze e in particolare uova, speck e patate! Di quelle proprio non posso farne a meno!
    Arrivata in questo periodo dell'anno la mia mente non fa altro che sognare i vostri meravigliosi posti. Forse perché quella settimana che passo lì è l'unica in cui mi rilasso veramente!
    Mi fai tanta tenerezza quando parli di Elsa, e mi fa tanta tenerezza lei, è stupenda! Vi auguro ancora tanto tanto tanto da vivere insieme!
    E poi, deve essere favoloso sposarsi in un maso! L'anno scorso, per caso, abbiamo assistito ad un matrimonio, è stato davvero stupendo! Che belle le vostre tradizioni! Un abbraccio. Rosalinda!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. devo ammettere che anche qui da noi si mangia veramente bene, le uova con speck e patate saltate piacciono molto anche a me, tant'è che quando vado a mangiare in qualche maso vorrei assaggiare di tutto
      grazie per il tuo augurio

      Elimina
  2. che meraviglia, è un piatto buonissimo e davvero goloso :)
    lo sai vero che adoro quando parli di Elsa? ^^ siete tenerissime :)
    Un bacione mia carissima

    RispondiElimina
    Risposte
    1. siamo insieme 24 ore su 24 quindi ti puoi figurare....

      Elimina
  3. sono pronta per fare la scarpetta....pucciare tutto il pane in quel sughetto....che fame!!! Ora scappo io e mio marito siamo soli soletti (Marco è in gita al mare x tutta la settimana!!!!!)e usciamo per un aperitivo ....
    baci claudette

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ho letto che siete soli nel tuo post, ci credo che ti manca, Marco è dolcissimo e ha un visino che mi piace tanto......buon aperitivo!!!

      Elimina
  4. wowwww che piatto succulento!!!!
    che tenerezza mi fa la tua Elsa.
    un bacio grande a tutte e due

    RispondiElimina
    Risposte
    1. questo gulasch è proprio buono, è difficile resistergli, grazie carissima

      Elimina
  5. Altro che se mi fa gola!!! Davvero succulento!!! Che dolcezza Elsa...anche la mia Agata che è ancora una cucciolona si sdraia a dormire vicino a me quando sono al pc, sai!? Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Elsa quando è vicino a me dorme beata e tranquilla, altrimenti è sempre agitatissima e mi segue ovunque

      Elimina
  6. Ciao Bionda, mi hai fatto venire una voglia con questo piatto ! Le carni così succulente, con questi sughetti densi in cui pucciare il pane sono le mie preferite. Tu sei la "mamma" di Elsa e io sono la "zia" di Mia, la piccola beagle di mia sorella. Ha 6 mesi, e sono letteralmente innamorata di lei. Devo incontrarla tutti i giorni, altrimenti mi sento male ! L'amore che riescono a darti gli animali è qualcosa di impagabile. Mi piace la tua dolcezza, e ti ho immaginata, attenta e amorevole accanto alla tua Elsa mentre fa il suo sonnellino. Un bacio alle mie due bionde..di ad Elsa che la zia Mary la saluta tanto. Ciao Sabina, ti abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. che bel nome Mia per un cane, anche Agata mi piace molto (quello di Tiziana, qui sopra)e che carini anche i beagle, un'amica ne ha una che si chiama Tessa. Dopo 14 anni insieme io ed Elsa siamo inseparabili e sapessi quante foto le faccio. Un abbraccio alla zia Mary

      Elimina
  7. Che delizioso e invitante questo piatto.Adoro il gulasch.


    L'amore che ti trasmettono gli animali è qualcosa di incredibile.

    ciao un bacio a te ed una coccola alla tua cucciolona.

    RispondiElimina
  8. Da favola questo gulasch!! Il sughetto mi fa impazzire, credo che potrei fare la scarpetta con tutto il pane che hai messo lì a fianco :-) Che dolce Elsa, regalano un sacco di emozioni i nostri animali :-) Baci!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si si non se ne parla proprio di lasciare lì quel sughetto

      Elimina
  9. E si.... dopo un piatto leggero un piatto sostanzioso ci voleva proprio...Bello ricco poi e carico di ricordi se è stato il tuo piatto del matrimonio ...il mio è stato un risotto con i gamberi e fiori di zucca...terra che vai....Un bacione Sabina e grazie mille per questa ricetta!!!!!!Buona passeggiata bionde!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è stato anche il mio piatto perchè altra scelta non c'era.....abbiamo voluto pranzare in un maso sperduto a 1600 m di altitudine.......buono il risotto con gamberi e fiori di zucca

      Elimina
  10. Davvero ti sei sposata in un maso???? Che meraviglia Sabina, chissà che scenografia meravigliosa avrai avuto come panorama... e ti copio il gulasch, lo trovo strepitoso con tutte le tue modifiche, mi piace leggere di te e di Elsa, come la coccoli e la accudisci :-) Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Praticamente abbiamo deciso di sposarci vedendo quel maso a 1600 m, era troppo carino, ci andrò prossimamente e posterò le foto

      Elimina
  11. bellla elsa, che cara cagnolona, sei proprio una brava padrona!!! quanto mi piacciono questi piatti con tanto sugo dove pucciarci il pane, bellissime le immagini dove sullo sfondo ci sono le montagne, direi proprio a tema... complimentoni!!!! buona notte mia cara

    RispondiElimina
  12. Adoro questo piatto! Seguirò la tua ricetta!!! Bravissima!
    Dana et Dana

    RispondiElimina
  13. Un piatto molto invitante!Complimenti per la presentazione!Buona giornata,carina!

    RispondiElimina
  14. E che te lo dico a fare...fa stragola anche a me!!!!leggero o no, è tra i pochi piatti di carne che mi fanno impazzire!!!Appena vengo dalle tue parti lo ordino al ristorante (ormai si può definire piatto tipico anche se ha altre origini, no?:-))a casa l'ho preparata la settimana scorsa quando pioveva e faceva freddo!La panna...beh in questa preparazione non l'ho mai assaggiata ma deve sposarsi d'incanto!Mentre come sugo in bianco non la prediligo perchè mi risulta pesante. Klaus invece arriva sempre a scegliere piatti "lattosi" :-)))
    Un abbraccio!!!

    RispondiElimina
  15. Posso solo sognarmi quel gusto oggi (insalatina col tonno ;-(!).. e sono qui con l'acquolina in bocca!! Magari al posto della panna metterei del latte.. più magro, per alleggerire il piatto! per il resto.. mi sembra un ottimo piattino.. un po' di verdure assieme e voilà!! perfetto! baci cara

    RispondiElimina
  16. RAGAZZE ora provo a scrivere, ma faccio molta fatica a rispondervi, la mia connessione da un paio di giorni è disastrosa.....spero a presto....
    bacioni

    RispondiElimina
  17. Che meraviglia questa tavola imbandita! :)
    Buona giornata!
    Speriamo la connessione ritorni.. ho un invito per te!
    http://www.nelly-bacididama.blogspot.it/2012/05/ma-dama-ma-scacchi-il-1contest-di-baci.html
    Nelly

    RispondiElimina
  18. Che spezzatino succulento ... te lo appoggio pienamente visto che qualche giorno fa avevo letteralmente voglia di polenta e brasato (insomma il genere è quello ...) ...
    Bellissimo il tuo matrimonio in un maso ... sarei curiosa di vedere in futuro qualche foto del posto ... ed un bacione grande alla cucciolotta!!!
    Ciaoooo cara

    RispondiElimina
  19. Che ricetta meravigliosa, a me i piatti con la panna piacciono tanto, ma questo ha un sughetto delizioso, lo proverò, e anch'io sono incuriosita dal matrimonio nel maso, chissà che bella atmosfera!!!Ciao, belle bionde.

    RispondiElimina
  20. Altroche se fa gola questo gulash e immagino che al tuo matrimonio tutti avranno leccato i piatti. Un abbraccio a te e alla bellissima Elsa

    RispondiElimina
  21. Mi vergogno quasi a dirlo ma non ho mai assaggiato nè tantomeno fatto il Gulasch......devo assolutamente rimediare perchè mi stò immaginando una pagnottella affondata in quella puccia cremosa.....bacini

    RispondiElimina
  22. Il vostro gulasch mi piace un sacco..non sarà l'originale ungherese, ma non importa è buonissimo comunque!!!Quando vengo ne faccio scorpacciate!!!
    una grattatina ad Elsa da parte mia! baci

    RispondiElimina
  23. Mi fa gola??? a momenti svengo! che meraviglia il tuo gulash! l'ho mangiato diverse volte in Alto Adige, anche se non è una ricetta originaria vostra lo rendete sempre al meglio!! lo mangiavo spesso con riso bianco come contorno MERAVIGLIOSOOO!! con quel bicchiere di vino rosso a completamento mi hai stesa. Basta, vengo in Alto Adige! bacioni e brava, il tuo esempio con Elsa spero serva a tanti per capire come si devono trattare i nostri amici animali!

    RispondiElimina
  24. Potevo non commentare questa fantastica ricetta? Ovvio che no!
    Dove sono stato io in Germania, la cucina era contaminata dalla Francia, dal Sud e quindi era molto più interessante di quella che si può trovare a Berlino. E' stato bello accorgersi di tutti questi influssi.
    Il gulash infatti era molto usato, il primo "homemade" l'ho mangiato al compleanno della mia coinquilina preparato da sua madre. Buonissimo!

    Io non sopporto la panna da cucina che spesso in Italia va ad appesantire condimenti per la pasta, la odio proprio! Ma come veniva usata in Germania no, quel tanto che basta per addensare una salsa e rendere tutto cremoso. Poi non so tu, ma io ho sempre visto usare la normale panna fresca, quella che noi usiamo per i dolci.

    Marco di Una cucina per Chiama

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si anche qui ne ho usata veramente poca, proprio per dare quella cremosità e quel colorino un po' più morbido rispetto al rosso del pomodoro, sempre panna fresca (quella dei dolci)anche io, non sopporto la panna da cucina, al limite meglio la panna di soia

      Elimina
  25. Cara Sabina, volevo farti i miei complimenti, ho provato questa ricetta
    venerdì scorso... fantastico!!!
    BUONISSIMO!! E molto semplice da preparare!
    GRAZIE ancora!
    Annamaria-pamp

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma sono felicissima ti sia piaciuto, grazie per avermelo detto

      Elimina
  26. questo lo devo provare!!! che ne dici se lo abbinassi ad un buon cous cous?

    RispondiElimina