le due bionde

le due bionde

sabato 30 agosto 2014

Crema alla ricotta

Buongiorno amici, buon sabato a tutti,
oggi salutiamo agosto con l'ultima ricetta del mese. Per settembre ho in serbo grosse novità e al solo pensiero tremo per l'agitazione, ma prima di svelarvi di cosa si tratta dovete attendere ancora un po'.
Siete curiosi??? E' qualcosa che farò con Nina.
Oggi il tempo non promette bene e quindi progetti per il week end non ce ne sono. Questa sera saremo ad una grigliata organizzata dal centro amici a quattrozampe dove porto Nina, speriamo che non piova.








































Ho preparato questi bicchierini dolci per un pic nic. Ho fatto dei muffin piuttosto piccoli aromatizzati all'arancia, la crema alla ricotta e completato con frutti di bosco.
Potete comunque preparare il vostro dessert con soltanto la crema alla ricotta e della frutta fresca.








































Ingredienti per 4 persone:

100 g di ricotta di mucca
125 g di yogurt bianco
50 g di zucchero a velo
1 foglio e 1/2 di colla di pesce
1 cucchiaio di succo di limone
1 pizzico di scorza di limone grattugiata
10 ml di Grand Marnier
200 ml di panna montata

Vi dico subito che per preparare i miei vasetti ho omesso il succo e la scorza di limone nella crema perchè avevo già i muffin aromatizzati all'arancia.

Mettete i fogli di colla di pesce o gelatina in ammollo in acqua fredda.
Mescolate la ricotta con lo yogurt,  lo zucchero a velo e il limone.
Sciogliete la gelatina a bagnomaria nel Grand Marnier, versate nel composto di ricotta e fate raffreddare.
Nel frattempo montate la panna e incorporatela delicatamente alla crema di ricotta.
Versate nei bicchieri e riponete in frigo, decorate con la frutta soltanto al momento di servirla.

Se volete fare i miei bicchierini preparate i muffin, fateli raffreddare perfettamente, adagiateli nei vasetti, versate la crema di ricotta appena fatta e riponete in frigo, mettete la frutta soltanto prima di gustarli.

Per la ricetta dei muffin all'arancia seguite questa senza mettere i semi di papavero.








































Buon week end a tutti!!
Sabina

lunedì 25 agosto 2014

Confettura di prugne alla cannella

Buongiorno a tutti e soprattutto buon inizio settimana,
in molti sarete rientrati dalle ferie e oggi sarà durissima tornare al lavoro, ma mi raccomando non fatevi prendere dallo sconforto e fate tesoro di tutta l'energia positiva che avete accumulato in vacanza. Pensate a quelli che l'estate quest'anno non l'hanno nemmeno vista.
Anche oggi qui è nuvoloso, ma voglio andare lostesso a raccogliere quei mirtilli rossi che ho visto ieri in montagna, quindi sarò breve e sintetica con la ricetta di oggi.








































Più che una ricetta è un consiglio. Provate a mettere nella vostra marmellata di prugne un cucchiaino raso di cannella, non esagerate però, la marmellata non deve sapere di cannella, si deve sentire il sapore delle prugne appena appena aromatizzate alla cannella.
Questa marmellata, confettura o come la chiamate voi è fantastica per farcire le crostate. Tenetene da parte un vasetto perchè prossimamente vi posterò una ricetta davvero deliziosa e molto semplice.
L'anno scorso ho preparato la marmellata di prugne con zenzero e potete seguire qui la ricetta sostituendo lo zenzero con un cucchiaino raso di cannella in polvere.
Come vi ho già detto molte volte, non amo conservare per lungo tempo vasetti quindi ne preparo pochi alla volta da consumare subito. Se volete preparare marmellate da conservare per lungo tempo in cantina dovete seguire altre ricette oppure aggiungere più zucchero.








































Buona giornata a tutti!!!
Sabina

venerdì 22 agosto 2014

Torta con frutta al profumo di cocco

Buon venerdì a tutti cari amici,
oggi mi sento euforica e anche molto felice. Ieri pensavo a questa estate un po' anomala, siamo quasi arrivati alla fine e facevo un bilancio, è vero il tempo non è stato dalla nostra parte, ma comunque per me rimarrà il ricordo di un'estate speciale. Nina ci regala ogni giorno tanta gioia e voglia di vivere, vederla crescere così bene è emozionante e poi con lei e grazie a lei stiamo conoscendo tante persone meravigliose, tutte legate da una forte passione e amore per gli animali e i nostri compagni di vita amici a quattrozampe. Sto incontrando tante persone anche grazie a questo blog, persone con le quali giorno dopo giorno ne è nata una bella amicizia. Ecco, pensare a tutte queste persone mi rende felice.
Ho iniziato a scrivere e soprattutto a raccontarmi qui in questo blog ormai quasi tre anni fa, in fondo in fondo perchè mi sentivo sola, con le amiche di sempre non condividevo più gli stessi interessi e piano piano mi sono allontanata. Dopo qualche delusione non credevo più nell'amicizia e poco a poco mi sono chiusa in me stessa, la mia unica valvola di sfogo è stato questo blog. Con l'arrivo di Nina la vita è tornata a sorridermi e automaticamente mi è tornata la voglia di incontrare persone nuove e a credere ancora nell'amicizia.
La ricetta di oggi è quella di una torta tanto per cambiare.








































Questa torta è frutto della mia fantasia quindi se non dovesse riuscirvi bene siete autorizzati a prendervela con me. Io ne sono stata appagata al 100% altrimenti non ve l'avrei riportata.










































Ingredienti per una tortiera del diametro di 20 cm:

200 g di farina di farro
1 cucchiaino abbondante di lievito per dolci
2 uova
4-5 cucchiai di crema di cocco (potete utilizzare anche il latte di cocco, ma il sapore sarà meno intenso)
120 g di zucchero
90 g di burro
1 bustina di zucchero vanillinato o vanillina
pesche
more
lamponi
mandorle in scaglie

Nel robot da cucina amalgamate bene il burro con lo zucchero e lo zucchero vanillinato,  incorporate poi le uova, aggiungete la crema di cocco e infine un po' alla volta la farina mescolata con il lievito.
Quando avete ottenuto un composto liscio e soffice versatelo nella tortiera imburrata e infarinata, adagiate sopra la frutta come meglio credete, sopra la frutta le scaglie di mandorle e infine infornate nel forno preriscaldato a 180° per circa 45-50 minuti. Fate sempre la prova dello stecchino per verificare la cottura.
Fate raffreddare, sformate e spolverate con lo zucchero a velo.








































Buon week end a tutti!!!
Sabina

giovedì 21 agosto 2014

Semifreddo ai lamponi

Buongiorno amici,
oggi vi scrivo velocemente la ricetta perchè c'è il sole e quindi non ce lo facciamo scappare.












































Domenica scorsa, passeggiando in montagna, ho raccolto un po' di lamponi, erano giusti giusti per questo semifreddo. I lamponi di montagna hanno davvero un sapore unico e quindi era inevitabile che questo semifreddo fosse buono. Vi consiglio di non prepararlo con i lamponi del supermercato che non sanno di nulla, piuttosto cambiate frutto (fragole, mirtilli, more, albicocche, melone, pesche ecc..),  la qualità della frutta e la cosa più importante per la riuscita di questo semifreddo.








































Ingredienti per uno stampo da plumcake da 600 g:

200 g di lamponi
80 g di zucchero a velo
una goccia di succo di limone
1 cucchiaio di rum o distillato di lamponi
300 ml di panna

Lavate bene i lamponi, metteteli in una ciotola con lo zucchero a velo, la goccia di limone e il rum e schiacciateli bene con una forchetta, mescolate finchè il tutto si è amalgamato bene.
Montate la panna e unite delicatamente mescolando dal basso verso l'alto la massa di lamponi.
Versate il tutto nello stampo foderato con pellicola trasparente e riponete nel congelatore per 3 ore.
Capovolgete il vostro semifreddo in un piatto e tagliate a fette.








































Buona giornata a tutti!!!
Sabina


mercoledì 20 agosto 2014

Insalata con spiedini di maiale e ananas

Buongiorno amici,
oggi giornata di sole finalmente. Come vi avevo già scritto in qualche post precedente mi sono presa a cuore la storia dell'orsa Daniza, ho partecipato ad una petizione con raccolta di firme su facebook e ho coinvolto i miei lettori. Ci tengo a coivolgere anche i miei followers qui e se siete anche voi con Daniza potete aiutarla così:

#‎IOSTOCONDANIZA‬ ! - Migliaia di persone si stanno mobilitando in tutta ‪#‎Italia‬ contro la decisione della provincia di ‪#‎Trento‬ di dare la caccia a Daniza, mamma orsa che avrebbe aggredito un cercatore di funghi mentre quest'ultimo era molto vicino ai due cuccioli accuditi dall'animale.
SCOPRI COME PARTECIPARE ALLA PROTESTA!
1) Protesta a partire dalle 17.30 di oggi a Trento
http://bit.ly/Protesta-Nostop-Trento
2) Protesta al Ministero dell'Ambiente a Roma
http://bit.ly/Protesta-Per-Daniza-Roma
3) Petizione con già più di 40.000 firmatari!
http://bit.ly/Petizione-Per-Daniza


E come dice un mio amico: "+orsi - idioti"

La ricetta di oggi è decisamente light, ma comunque molto sfiziosa.












































Vi sembrerà strano, ma ho trovato questa ricetta sulla rivista Silhouette Donna, perfetta per chi come me vorrebbe perdere qualche chiletto di troppo senza rinunciare al gusto.

Gli spiedini li ho cotti sulla mia mitica griglia in ghisa Le Creuset.












































Ingredienti:

300 g di lonza di maiale
300 g di anans fresco
insalatina verde mista 
1 cucchiaio di aceto balsamico bianco
1 cucchiaino di miele
1 cucchiaino di senape
olio extravergine d'oliva
sale e pepe


In una ciotola emulsionate bene un cucchiaio di olio con il miele, un cucchiaio di aceto balsamico, la senape, sale e pepe.
Tagliate la lonza e l'anans a cubetti, infilzateli negli spiedini di legno che avete tenuto prima nell'acqua per qualche minuto. 
Adagiate gli spiedini in un piatto, ricopriteli con la marinatura e fateli riposare in frigo per almeno un'ora.
Sgocciolateli bene prima di cuocerli sulla griglia o il barbecue.
Preparate nei piatti l'insalatina condita con aceto, olio, sale e pepe e adagiate sopra gli spiedini ben cotti.












































Buona giornata a tutti!!!
Sabina

martedì 19 agosto 2014

Crumble di albicocche

Buongiorno amici,
quest'anno in agosto i miei fornelli non sono andati in ferie, anzi, ho parecchie ricette che devo assolutamente postare in questi giorni perchè sono tutte con prodotti di stagione.
E mentre il maritino mi sta preparando la colazione e Nina è intenta a giocare con i suoi mille giochini cerco di scrivervi questa semplicissima ricetta alla velocità della luce.








































Se avete tanta frutta da consumare questa è la ricetta per voi. E' un dolce squisito, facilissimo da preparare e potete mettere la frutta che preferite: prugne, mele, frutti di bosco ecc... Io ve lo consiglio ancora un po' caldo con una pallina di gelato alla vaniglia, è uno spettacolo.










































Ingredienti:

800 g circa di albicocche

per il crumble:
100 g di farina
80 g di zucchero
80 g di burro
2 cucchiai colmi di mandorle in scaglie o in filetti

Lavate le albicocche, asciugatele bene, tagliatele a metà, togliete il nocciolo e dividetele in quarti.
Imburrate bene una pirofila, versate le albicocche e accendete il forno a 180°.
Preparate il crumble mescolando con le dita  la farina, lo zucchero e il burro tagliato a pezzetti finchè non otterrete un composto granuloso, aggiungete poi le scaglie di mandorle.
Con il crumble ricoprite le albicocche. 
Infornate per circa 25 minuti finchè la superficie forma una bella crosticina dorata.
Fate riposare 5 minuti e poi servitelo ancora caldo.








































pirofila rotonda e tazze Le Creuset








































Buona giornata a tutti!!!
Sabina

lunedì 18 agosto 2014

Gazpacho con feta

Buona sera a tutti miei cari amici,
vi prego non ridete, a dir la verità vien da ridere anche a me al pensiero di postarvi la ricetta del gazpacho, ma ormai l'ho preparato e magari mi segue con il blog anche qualcuno che vive al caldo e si sta godendo l'estate. Abbiamo passato la metà di agosto e la situazione non si sta mettendo affatto bene riguardo il tempo. Oggi tra l'altro sono un po' demoralizzata e delusa, una serie di cose che mi fanno veramente arrabbiare, mi sfogo su facebook, ma poi mi rendo conto che è inutile, non ne vale la pena.
Ieri era una bella giornata e tornando nel solito posto dove abitualmente faccio i pic nic ne ho viste di tutti i colori, parlo dei turisti che non hanno rispetto di nulla. Come può, nel 2014, l'essere umano a non aver imparato che l'ambiente in cui viviamo va salvaguardato, va protetto, va curato e amato.
Perchè lasciare lattine e plastica nel bosco? Perchè salire in montagna in macchina dove è vietato l'accesso???  Prodotti usa e getta no grazie.  La raccolta differenziata va fatta anche in vacanza e non soltanto a casa propria. Ce ne sarebbero tante da dire, ma quello che mi sta più a cuore è la povera orsa Daniza che rischia di venir catturata e allontanata dai suoi piccoli, soltanto perchè un cretino è andato a romperle le scatole. Io sono per il vivere e lasciar vivere, ma quando si tratta di ambiente, animali e maleducazione vado su tutte le furie.
So di essere antipatica quando affronto certi argomenti, ma non si può piacere a tutti. Chi mi conosce da un po' sa che sono una sognatrice, che cerco sempre di trovare il risvolto positivo in tutto, ma così come ho la testa fra le nuvole ho anche i piedi ben piantati a terra e riesco a vedere la realtà delle cose.
Ora con nonchalance torniamo al discorso cucina e al nostro coloratissimo gazpacho.








































Ho pensato al gazpacho perchè avevo delle ottime verdure biologiche e perchè è un piatto light, ultimamente ho esagerato con i dolci e dovevo depurarmi un pochino. Nonostante le temperature un po' bassine posso dire di averlo mangiato volentieri.








































Ingredienti per due persone:

1 peperone rosso piuttosto piccolo
3 pomodori ramati maturi
mezzo cetriolo
un quarto di cipolla rossa
1 peperoncino piccante
1 fetta di pane casereccio
1 cucchiaio abbondante di aceto di vino
olio extravergine d'oliva
sale
50 g di feta
qualche pomodorino ciliegia
foglie di basilico

Tagliate il pane a cubetti e bagnatelo con l'aceto.
Lavate tutte le verdure, io ho sbucciato soltanto il cetriolo, frullatele poi con il pane, incorporate a filo un paio di cucchiai di olio extravergine d'oliva, regolate di sale. Versate nei vasetti e fate riposare in frigorifero.
Al momento di servire il gazpacho decorate con la feta tagliata a cubetti, i pomodorini divisi in quarti, qualche fettina di cetriolo e un paio di foglie di basilico.








































A domani con il crumble di albicocche per addolcirci un po'.
Buona notte!!!
Sabina