le due bionde

le due bionde

domenica 19 ottobre 2014

Polpettine di salmone e patate dolci

Buona domenica sera a tutti cari amici,
in questo momento sto sorseggiando un tè, con Nina che sta cercando insistentemente di rubarmi le ciabatte. Oggi ho tirato fuori le pantofole di lana cotta, per lei sono una novità e quindi le vuole a tutti i costi, speriamo non facciano presto una brutta fine.
La giornata oggi era meravigliosa, in città c'era la Festa dell'Uva. Tantissimi turisti arrivati per veder sfilare carri e per gustare le specialità del posto. Noi però non avevamo voglia di stare in mezzo alla confusione e siamo scappati in montagna a godere di pace e aria buona.
La stanchezza inizia a farsi sentire e quindi passo subito alla ricetta.








































Ho trovato questa ricetta su ELLE di maggio 2014,  l'ho leggermente modificata e l'ho accompagnata ad una salsina veramente sfiziosa. Adoro i sapori che mi ricordano il nord Europa.








































Nella foto padella, macinini sale e pepe, ciotolina bianca Le Creuset.








































Ingredienti per 4 persone:

400 g di patate dolci
250 g di filetti di salmone senza pelle
1 mazzetto di erba cipollina
1 uovo
un pizzico di paprika
1 lime
100 g di pangrattato (io non l'ho utilizzato)
olio per rosolare
1/2 l di brodo vegetale

per la salsina:
2 cucchiai abbondanti di creme fraiche
1 cucchiaio di maionese
sale e pepe
1 cucchiaino raso di aneto secco

In una pentola portare a ebollizione il brodo, aggiungere le patate tagliate a cubetti, quando sono quasi tenere aggiungere anche il salmone tagliato a pezzi e cuocere pochi minuti.
Scolate tutto, versate in un piatto, schiacciate bene con la forchetta, aggiungere la paprika, il succo di lime, l'erba cipollina, sale, pepe e l'uovo sbattuto.  Mescolate bene e formate tante piccole polpettine.
(La ricetta dice di passare le polpette prima nell'uovo sbattuto e poi nel pangrattato, io non l'ho fatto, va fatto però sicuramente se decidete di cuocere le polpette al forno).
Versate poco olio nella padella antiaderente e fate dorare le vostre polpettine, le mie sono leggermente schiacciate. Se preferite cuocerle al forno 180° per 20-30 minuti.
Preparate la salsina con creme fraiche, maionese, aneto, sale e pepe.
Servite le polpette calde con la salsina e un insalata verde.








































Buona serata e buon inizio settimana a tutti!!!
Sabina



giovedì 16 ottobre 2014

Strudel con ripieno di castagne e mele

Buona sera a tutti,
ormai ho capito che più di due post a settimana non riesco a mettere, peccato non riuscire più a scrivere ogni giorno. Idee ne avrei tante, ma il tempo è sempre poco.
Seppur non stia lavorando le mie giornate sono sempre molto intense, principalmente mi sto godendo tanto Nina, sono fuori casa tutto il giorno e la sera crollo sul divano.
Oggi è un caso che io sia ancora sveglia e arzilla, sicuramente inizierò a sbadigliare mentre scrivo la ricetta. Ecco, la cosa più noiosa in assoluto del blog è scrivere la ricetta, è come stirare o svuotare la lavastoviglie (momentaneamente rotta).
La ricetta di oggi l'avete già vista nell'altro mio blog, è lo strudel di mele con castagne.








































In ottobre almeno una ricetta con le castagne la devo preparare, mi piacciono molto anche se sbucciarle non è tanto divertente.
Vi indico qualche ricetta con le castagne che ho già postato perchè è un vero peccato non riproporle:
1) Torta alle castagne
2) Vellutata di castagne
3) Zuppa di lenticchie con castagne e speck
Mi piacerebbe ancora preparare i krapfen con ripieno di castagna, sono dolci tipici dell'Alto Adige come i "Kastanienherzen". 
Se venite in vacanza dalle mie parti vi consiglio vivamente di assaggiare questi dolcetti.








































Domenica scorsa, passeggiando nel bosco con Nina ho raccolto qualche castagna, giusto una manciata per preparare questo strudel. Quest'anno con tanta pioggia anche le castagne ne hanno risentito, infatti in circolazione non ce ne sono molte, sono quasi una rarità. Quelle che ho raccolto erano piccoline, ma dolcissime e soprattutto tutte sanissime.
Ho avuto l'ispirazione per questo strudel sfogliando il libro "Semplice e buono, la cucina autentica delle Dolomiti" edito da Athesia.
Nella ricetta originale la pasta frolla è uguale alla ricetta di questo strudel di mele e io la consiglio perchè a mio parere è la più buona che abbia mai provato (c'è soltanto un tuorlo d'uovo in meno).
Io l'ho sostituita con una frolla un po' più light altrettanto buona e forse un po' più facile da lavorare.








































Ingredienti per uno strudel da 10 porzioni circa (il mio era lungo esattamente come la teglia del forno):

per la pasta frolla:
200 g di burro
200 g di zucchero
1 bustina di zucchero vanillinato
1 cucchiaino di scorza di limone
2 uova
2 cucchiaini di lievito per dolci
500 g di farina
1-2 cucchiai di latte
1 presa di sale

per il ripieno:
3 mele
150 g di castagne
1 cucchiaio abbondante di zucchero
1 pizzico di cannella in polvere
2 cucchiai di pinoli (io non li ho messi)

Preparate la pasta amalgamando il burro a temperatura ambiente con lo zucchero, lo zucchero vanillinato, la scorza di limone poi le uova e infine la farina mescolata al lievito. Impastate fino ad ottenere una pasta liscia ed omogenea aggiungento pochissimo latte alla volta quanto basta.
Coprite la palla di pasta con la pellicola e fate riposare in frigo per 30 minuti.
Incidete le castagne e fatele bollire pochi minuti nell'acqua leggermente zuccherata. Sbucciatele e tagliatele a pezzetti (vanno benissimo anche se si sbricciolano completamente).
Sbucciate le mele e taglatele a cubetti piccoli, mescolatele assieme alle castagne e allo zucchero con la cannella.
Stendete la pasta dello spessore di 5 mm (io la stendo direttamente sulla carta forno con la quale mi aiuto anche per chiudere lo strudel e per girarlo), adagiate il ripieno nel centro per lungo, chiudete una metà, sovrapponete l'altra metà, chiudete bene le estremità e girate lo strudel (se è troppo difficile girarlo non fatelo altrimenti rischiate di rompere tutto, chiudete bene però spennellando la pasta con un uovo sbattuto)
Adagiate lo strudel con la carta forno sulla teglia e spennellatelo con un tuorlo sbattuto con pochissimo latte.
Infornate a 180° per 30-35 minuti finchè la colorazione diventa dorata.
A fine cottura fate raffredare e cospargete con zucchero a velo.
Servite ogni fetta con della panna montata.








































Buona notte e buon week end a tutti!!
Sabina

martedì 14 ottobre 2014

Riso alla cantonese

Buongiorno amici,
anche oggi il tempo non promette bene, ieri poi non ha smesso un attimo di piovere. Il mio pensiero va agli abitanti di Genova, purtroppo anche altre zone d'Italia come Piemonte e Emilia Romagna sono a rischio emergenza, speriamo davvero che la pioggia ci dia un po' di tregua.
Non abito lontana dal supermercato e non mi piace nemmeno avere in casa grandi scorte di cibo, non ne avrei neanche lo spazio, l'unica cosa che non manca mai è qualche scatoletta di legumi. Per i prodotti in scatola mi affido a Bonduelle, fagioli, ceci, piselli, fagiolini ecc. sono davvero ottimi. Quando ho poco tempo con una scatoletta di legumi riesco sempre a portare in tavola qualcosa di sostanzioso come una zuppa, un risotto oppure una pasta.
Ieri ad esempio il mio frigo era vuoto, non avevo nessuna voglia di uscire e così ho preparato un riso alla cantonese. Il prosciutto lo avevo, uova, riso basmati e piselli non mancano quasi mai e così ho realizzato il mio piatto.

legumi












































Ingredienti per 2-3 persone:

3 tazzine da caffe di riso basmati
1 etto di prosciutto cotto tagliato a dadini
1 scatoletta di piselli finissimi Bonduelle da 160 g
2 uova
salsa di soia
olio di arachidi
sale

Bollite il riso basmati seguendo i tempi di cottura indicati sulla confezione, scolate e tenete da parte. Tagliate il prosciutto a dadini e scolate i pisellini. In una ciotola sbattete le uova con un pizzico di sale, scaldate una padella antiaderente con un cucchiaio di olio di arachidi e cuocete le uova strapazzate, sminuzzate ancora con una forchetta e tenete da parte. In padella saltate anche il prosciutto con i piselli (volendo potete aggiungere anche mezza cipolla tritata, io ho preferito non metterla).Sempre nella padella scaldate ancora uno o due cucchiai di olio, versate il riso, condite con un cucchiaio o più di salsa di soia, aggiungete man mano anche il prosciutto con i piselli e le uova strapazzate. Fate saltare il tutto in padella per un paio di minuti circa e poi servite nei carinissimi "chinese food box" con le bacchette e la salsa di soia a parte.






















































































Buona giornata a tutti!!!
Sabina

mercoledì 8 ottobre 2014

Torta al vino

Buongiorno amici,
oggi forse è la prima tipica giornata autunnale, la classica giornata da caldarroste e vino novello.
Seppur sia nata in ottobre, l'autunno non è la mia stagione preferita, ma con gli anni sto imparando ad apprezzare anche questa. Il cadere delle foglie e le giornate che si accorciano mi mettono sempre un po' di malinconia. 
La ricetta di oggi è quella della mia torta di compleanno.








































Ho sempre mangiato questa torta a casa da mia sorella, infatti è stata proprio lei a passarmi la ricetta.








































Ha il tipico colore autunnale e anche il sapore direi. Troverete più tardi altre foto in "Margherite, farfalle e sogni".








































Ingredienti per uno stampo da 20 -24 cm (io ho utilizzato quello da 20 cm perchè la volevo un po' alta):

250 g di farina
1 bustina di lievito per dolci
200 g di zucchero
1 bustina di zucchero vanillinato
200 g di burro
3 uova
1 bicchiere di vino rosso (di quello buono)
100 g circa di cioccolato fondente
1 pizzico di cannella in polvere
100 g circa di nocciole tritate

per il ripieno:
500 g di ricotta
3-4 cucchiai colmi di zucchero
2 cucchiai di rum
3-4 cucchiai di caffe espresso

Nel robot da cucina lavorate il burro con lo zucchero e lo zucchero vanillinato, aggiungete man mano i tuorli d'uovo, il vino, la farina mescolata al lievito, la cannella, le nocciole tritate e infine la cioccolata tagliata a mano grossolanamente.
Montate gli albumi a neve e incorporateli delicatamente alla massa, mescolando dal basso verso l'alto per non sgonfiarli.
Foderate lo stampo con carta forno (io ho imburrato lo stampo, ho ritagliato un cerchio di carta corrispondente a 20 cm e l'ho adagiato sul fondo).
Versate il composto nella tortiera e infornate nel forno preriscaldato a 180° per 55 minuti.
Sfornate la torta, fate raffreddare, dividete in due o tre parti con lo spago da cucina.
Nel frattempo preparate la crema con la ricotta, lo zucchero, il rum e il caffe. Seguite i vostri gusti e aggiungete più o meno caffe, rum o zucchero (attenzione soltanto a non farla troppo morbida).
Con il sac à poche farcite la torta e decoratela a piacere.








































Buona giornata!!!
Sabina

lunedì 6 ottobre 2014

Video: biscotti per cane alla banana

Buona sera a tutti miei cari amici,
negli ultimi giorni avrei voluto fare tantissime cose, una tra le quali preparare una bella torta per il mio compleanno, fare tante belle foto con una tavola apparecchiata da festa e postarla oggi nel blog. Invece questa volta non ho fatto nulla di nulla, ho lasciato fare agli altri, nel senso che ho lasciato decidere ai miei cari cosa volessero fare. Io mi sono semplicemente trastullata nel godermi il mio giorno. Ebbene si, ieri era il mio compleanno, ho compiuto quarantasei anni e ne vado fiera.
Non ho fatto nulla di speciale, semplicemente una bella passeggiata in montagna con mio marito, Nina, mia sorella e compagno. Abbiamo pranzato fuori, il tempo non era dei migliori, ma siamo riusciti a stare ancora all'aperto. Sono stata veramente bene, le risate di gusto non sono mancate, fondamentali per trascorrere una bella giornata.
Una torta l'ho preparata oggi pomeriggio, era da tempo che desideravo provare la torta al vino, la conoscete??? Prossimamente la vedrete qui, sempre sperando che le foto siano venute bene.
Oggi una bella novità per il mio blog, finalmente siamo riusciti a preparare un video nella mia cucina.
E' stata dura, molto dura, sembra facile, ma non lo è affatto. Il risultato finale però, considerando che è un video casalingo è stato soddisfacente, per i prossimi conto di migliorare.








































Ingredienti per circa 30 biscotti:

2 banane mature
1 uovo
2 cucchiai di olio di semi di girasole
100 g di farina di segale
200 g di farina integrale
acqua q.b.

cottura 180° x 20 minuti poi si abbassa a 160° x altri 30 minuti.








































Buona serata e buona visione!
Sabina

venerdì 3 ottobre 2014

Insalata con spinacino, primosale, fichi e noci

Buon venerdì a tutti,
oggi giornata stupenda, invoglia ad uscire subito. A dir la verità Nina ed io siamo già uscite e usciremo ancora molto presto, magari andiamo in centro a bere il caffe. Sono contenta perchè, nonostante sia molto vivace, riesco a portarla ovunque, al mercato, in banca, a mangiare la pizza, ecc..., non esco mai senza di lei, è la mia ombra. Abbiamo instaurato un gran bel rapporto, siamo inseparabili, mio marito ha ammesso di essere geloso.
La ricetta di oggi è fresca e leggera, un'insalata tipicamente autunnale. un pranzo veloce da preparare al volo, proprio come ho fatto io ieri.








































Ho sempre adorato le insalate con la frutta, ma ai fichi non ci avevo mai pensato, poi ho visto la ricetta di Luisa e ho voluto subito provare. Ho sostituito la rucola con lo spinacino.








































La ricetta è semplicissima, è già scritto tutto nel titolo, comunque gli ingredienti sono: foglie di spinacino, gherigli di noce, formaggio primosale e fichi neri, il tutto condito con aceto balsamico bianco, olio extravergine d'oliva, sale e pepe.
Potrebbe essere un ottimo antipastino, facendo le porzioni più piccole e sostituendo il primosale con scaglie di pecorino stagionato.








































Buon week end a tutti!!!
Sabina

martedì 30 settembre 2014

Soufflè di spinaci

Buongiorno a tutti miei cari amici,
siamo arrivati anche alla fine di settembre e dopo aver trascorso quest'ultima domenica al mare posso dire che l'estate si è conclusa in bellezza.  Siamo partiti all'ultimo momento, mio marito ed io ci siamo svegliati presto, le previsioni davano bello, ci siamo guardati e ci siamo detti: " o adesso o mai più....partiamo!!" La giornata era stupenda, l'aria mite, l'acqua del mare ancora calda, il sole tiepido e la spiaggia tutta per noi. Dopo una giornata così sono pronta all'arrivo dell'autunno.
Quest'anno non abbiamo fatto le vacanze al mare e sinceramente pensando all'estate passata non mi sentivo appagata, fantasticavo già facendo progetti per la prossima estate. Vivendo in un luogo di montagna il mare mi manca moltissimo, ne sento un bisogno istintivo viscerale. Domenica ho preso tutto quello che c'era da prendere: ho respirato a pieni polmoni tutta la brezza marina che potevo, mi sono rilassata sul bagnasciuga ascoltando il frangere delle onde, ho corso sulla sabbia e fatto il bagno con Nina. Una giornata mi è bastata per fare il pieno, per rigenerarmi, per accettare che l'estate sia giunta al termine e dare il benvenuto all'autunno. Il pieno nel vero senso della parola perchè ho scattato ben più di settecento foto. Selezionerò quelle a mio parere più belle e le posterò nei prossimi giorni nell'altro blog, qualcuna l'ho già messa su facebook.

Ora la ricetta del giorno: il soufflè di spinaci.












































Ho trovato questa ricetta nel libro "Semplice e buono, la cucina autentica delle Dolomiti", l'ho fatta e rifatta più volte perchè è piaciuta molto. Purtroppo tutte le volte le foto erano pessime e anche questa volta non sono riuscita a fotografare questo soufflè appena sfornato in tutto il suo splendore.
Ho fotografato quello che è avanzato il giorno dopo e ahimè si è sgonfiato completamente.








































A casa mia si mangia come primo piatto, condito con burro fuso e parmigiano oppure con del sugo al pomodoro.








































Ingredienti:

150 ml di latte
35 g di burro
45 g di farina
sale e pepe
noce moscata
4 tuorli d'uovo
100 g di spinaci bolliti e tritati
60 g di patate cotte e passate
35 g di parmigiano grattugiato
4 albumi d'uovo

per foderare lo stampo:
burro e pangrattato

Preparate la besciamella. Scaldate il latte, in un altro pentolino fate sciogliere il burro, aggiungete la farina, abbassate la fiamma e versate il latte mescolando energicamente per togliere tutti i grumi.
Condite con sale, pepe e noce moscata, tenete poi da parte. La besciamella dovrebbe risultare piuttosto densa.
Quando la besciamella si è raffreddata unite i tuorli d'uovo, gli spinaci, le patate e il parmigiano.
Montate gli albumi a neve e incorporateli un po' alla volta alla massa delicatamente mescolando dal basso verso l'alto.
Ungete uno stampo grande oppure degli stampini piccoli con il burro e cospargete con pangrattato.
Riempite fino a tre quarti.
Infornate a bagnomaria alla temperatura di 160°. Per lo stampo grande il tempo di cottura è 1 ora e 30 minuti circa, per gli stampini piccoli 30 minuti circa.
Servite il soufflè tagliato a fette cosparso di burro fuso e parmigiano grattugiato.








































Buona giornata a tutti!!
Sabina