lunedì 5 dicembre 2016

Salmone caramellato all'aglio

Buona sera a tutti,
oggi la giornata è stata molto lunga e impegnativa, ma allo stesso tempo molto divertente, chi mi segue su fb sa già il perchè. L'ospite arrivato all'improvviso è Era, la sorellina nera di Nina, ve la ricordate??? Rimarrà con noi per qualche giorno e io ovviamente ne sono molto felice. Questa mattina si sono scatenate in montagna e ora dormono beatamente proprio come due cucciolone.
Vi scrivo velocemente la ricetta del giorno perchè anche io sono molto stanca. Il mio primo giorno alle prese con due cani è stato impegnativo, mi sono messa alla prova e ce l'ho fatta anche con ottimi risultati oserei dire. Le due sorelle si vogliono bene, sono una più dolce dell'altra, chiaramente appena si sono viste erano molto euforiche, ma ora si comportano come se fossero state sempre assieme.








































Preparare questo salmone è semplicissimo. E' un piatto per chi vuole seguire una dieta sana e non vuole rinunciare al gusto. Io l'ho servito con riso basmati profumato al gelsomino cotto a vapore e broccoli sempre cotti a vapore.








































Ingredienti:

2 filetti di salmone
1 noce di burro
1 cucchiaio di miele
1 cucchiaio di succo di limone
1 spicchio d'aglio tritato finemente
sale

Fate sciogliere il burro in una padella, aggiungete poi il miele, il succo di limone e l'aglio schiacciato.
Fate cuocere questa salsina per un paio di minuti finchè inizia a caramellare, aggiungete i filetti di salmone, salate e fate cuocere per 3-4 minuti. Passate poi il salmone sotto il grill del forno finchè non inizia a dorare e a formarsi una bella crosticina.
Servite il salmone con riso basmati cotto a vapore, verdure a vapore oppure patate bollite.







































padella in ghisa Le Creuset adatta anche alla cottura in forno

Buona serata a tutti!!!
Sabina

domenica 4 dicembre 2016

Risotto al radicchio mantecato con mascarpone e pecorino

Buona sera a tutti,
questo calendario è un po' così, diciamo che cerco di pubblicare ogni giorno, ma non so a che ora.
Ho una bella novità da raccontarvi, un bel imprevisto e domani vi racconterò tutto. Vi anticipo soltanto che abbiamo un ospite per qualche giorno.








































Per la ricetta di oggi ho preparato un risotto al radicchio, non si tratta della ricetta tradizionale, si tratta di un'alternativa altrettanto buona.










































Ho trovato la ricetta in un blog estero, credo sia inglese, mi sono incuriosita e ho voluto provare.
Consiglio di provare anche a voi perchè è davvero molto buono.








































Ingredienti:

riso semintegrale
olio extravergine d'oliva
1 spicchio d'aglio
radicchio di Treviso
sale e pepe
mascarpone
pecorino
brodo vegetale
vino bianco secco

Tagliate il radicchio per lungo in quarti, adagiatelo sulla teglia del forno, condite con olio, sale, pepe e infornate a 180° per 15 minuti.
In una casseruola fate dorare non troppo l'aglio schiacciato con l'olio, aggiungete il riso e fate tostare.
Bagnate con il vino, lasciate evaporare e poi versate il brodo.
A cottura ultimata mantecate con un cucchiaio abbondante di mascarpone e il pecorino grattugiato.
Servite nei piatti e completate con il radicchio.








































Buona serata a tutti!
Sabina

sabato 3 dicembre 2016

Cookies con mela e avena

Buongiorno a tutti,
ieri sera ho dato il via alle cene del mese e oggi me la sono presa un po' comoda.
Vi scrivo subito la ricetta, anche perchè mi aspetta un lunga pila di piatti e bicchieri da lavare.








































Questi cookies non sono bellissimi, ma vi garantisco che sono molto buoni e la mia buongustaia di fiducia se n'è accorta subito.














Ingredienti per 18-20 cookies:

100 g di anelli di mela essicata
100 ml di rum oppure succo di mela
100 g di fiocchi d'avena
100 g di nocciole
1 cucchiaino di cannella
160 g di burro
2 uova
220 g di farina di farro integrale
200 g di zucchero di canna integrale
1 cucchiaino di lievito per dolci
una presa di sale

Rompete gli anelli di mela con le mani e metteteli in ammollo nel rum o nel succo di mela almeno per 30 minuti.
Con un pestello rompete grossolanamente le nocciole.
In una padella antiaderente fate tostare le nocciole con i fiocchi di avena, aggiungete 50 g di zucchero, la cannella e 60 di burro, fate caramellare facendo attenzione a non bruciare tutto.
Lasciate poi raffreddare il mix alla cannella.
In una ciotola capiente mescolate il restante burro ammorbidito con lo zucchero, poi aggiungete le uova, il sale, la farina con il lievito e infine i pezzi di mela e il composto caramellato.
Preriscaldate il forno a 200°.
Foderate la placca del forno con carta e suddividete il composto in tante piccole porzioni distanti tra loro (io ho utilizzato l'attrezzo per le palline da gelato e poi ho schiacchiato un po').
Infornate i biscotti per 10-15 minuti finchè diventano dorati.
Inutile che io vi dica come conservarli perchè questi spariscono subito.









































Buona giornata a tutti!!!
Sabina

venerdì 2 dicembre 2016

Il peposo di manzo

Buongiorno a tutti,
dicembre non è solo Natale, ma è anche il mese delle cene con gli amici, con i colleghi di lavoro, è il mese in cui si ha voglia di stare in compagnia, di rilassarsi un po' e soprattutto di ridere, personalmente ho una gran voglia di non pensare a nulla e di ridere tanto.
A me piacciono tanto quelle cene informali dove ci si siede in cucina, dove l'ambiente è rilassato, dove si tengono le stesse posate dall'inizio alla fine del pasto, dove le pentole sono in bella vista, dove si chiede il bis e si fa anche la scarpetta senza farsi alcun complesso.
Per una cena di questo tipo secondo me l'ideale è il peposo di manzo, ricetta tipica toscana.
Ho scoperto soltanto qualche mese fa l'esistenza di questa ricetta. L'ho assaggiata per la prima volta in Toscana, a casa di amici, mi è piaciuto moltissimo, la carne morbidissima si scioglieva in bocca, quel sapore corposo, insomma, per farvela breve, mi sono fatta dare la ricetta e l'ho preparato anche io.
Il peposo è un piatto che si fa da solo, quello che serve è soltanto il tempo, lo mettete sul fuoco e nel frattempo potete fare altro, il dessert ad esempio.








































Ingredienti per 4 persone:

1 chilo di muscolo di manzo tagliato a cubetti non troppo piccoli
1/2 l di Chianti classico
1 cucchiaio di pepe nero in grani
sale
olio extravergine d'oliva
4-5 spicchi d'aglio
1 rametto di rosmarino (facoltativo)
1 cucchiaio di concentrato di pomodoro (facoltativa)
brodo di carne

In una casseruola in ghisa o un tegame di terracotta scaldate un paio di cucchiai di olio extravergine d'oliva, fate scottare appena la carne, aggiungete il pepe in grani, gli spicchi d'aglio sbucciati, il rametto di rosmarino, il concentrato di pomodoro, coprite con il vino e aggiungete un paio di mestoli di brodo. Fate cuocere a fuoco lento per almeno 3-4 ore, mescolate di tanto in tanto.
Il peposo è pronto quando i liquidi sono evaporati e la carne è talmente morbida che si sfalda da sola.
Salate a fine cottura.
Servite con abbondante pane toscano tagliato a fette.








































Come sempre, in ogni ricetta ci metto del mio e anche qui ho dato il mio tocco personale.
So che in Toscana non tutti preparano il peposo alla stessa maniera, c'è chi fa marinare la carne una notte intera nel vino, chi ci mette le bacche di ginepro, chi non mette nè il rosmarino e nè il concentrato di pomodoro, chi mette più pepe, ecc....
Vi posso soltanto confermare che come l'ho preparato è venuto ottimo, i miei ospiti hanno fatto il bis con tanto di scarpetta con il pane e per me queste sono grandi soddisfazioni.

A proposito, dimenticavo, partecipo anche all'International Recipe Advent Calender con la mia ricetta degli spaghetti alle vongole.








































casseruola in ghisa 24 cm Le Creuset

Buona giornata e buon venerdì a tutti!!!
Sabina

giovedì 1 dicembre 2016

Tartellette al basilico con ricotta e pomodorini secchi

Buongiorno a tutti,
ed è arrivato anche dicembre, qui a Merano i mercatini di Natale sono già stra colmi di turisti, la città è già addobbata a festa da diversi giorni ormai. Io ancora non sono entrata nel "mood" natalizio, per me è un po' troppo presto, ancora non ho addobbato casa.
Vi ricordate quel calendario dell'Avvento con una ricetta al giorno fino al 25 che avevo fatto qualche anno fa sul blog?? Quest'anno pensavo di fare una cosa simile, una ricetta al giorno fino al 25 dicembre a partire da oggi. Le ricette sono quasi tutte pronte, novembre è stato un mese molto impegnativo, ora non mi resta che darvi questo appuntamento giornaliero e mettermi d'impegno nello scrivere i post.
Premetto che anche quest'anno la mia tavola natalizia sarà molto semplice, piatti semplici e facili, non mi piace esagerare nemmeno a Natale e soprattutto non mi piace sprecare.
Piatti facili perchè durante le feste anche i padroni di casa devono godersi la compagnia e partecipare alle conversazioni senza preoccuparsi troppo per la preparazione dei piatti.
Questo non significa offrire chips e piatti surgelati, utilizzerò sempre ingredienti freschi e di buona qualità, ma con un tocco originale.








































Come prima ricetta vi ripropongo queste tartellette al basilico che avevo già preparato in versione vegana con il tofu e che ho presentato alla trasmissione "Quel che passa il convento" ormai qualche anno fa.
Ho cercato di semplificare la ricetta, potete preparare le tartellette al basilico il giorno prima e farcirle con la crema prima di servirle ai vostri ospiti.









































Per questa ricetta ho utilizzato gli stampini per tartellette e biscotti Le Creuset, i pomodorini secchi sott'olio biologici  e il vino spumante brut sempre biologico Apnea di Giancarlo Ceci.













































Ingredienti per 12 tartellette:

200 g di farina
0,50 ml di olio extravergine d'oliva
un mazzo di basilico
300 g di ricotta vaccina
80 g di pomodori secchi sott'olio
sale
peperoncino in polvere

Tritate le foglie di basilico con l'olio. Impastate la farina con il pesto al basilico, una presa di sale e acqua quanto basta fino ad ottenere un impasto liscio ed elastico. Fate riposare la pasta per 30 minuti coperta da un cannovaccio a temperatura ambiente.
Stendete la pasta, non deve essere troppo sottile, ritagliate 12 cerchi e foderate gli stampiti da tartellette che avete precedentemente imburrato e infarinato.  
Infornate nel forno preriscaldato a 180° per 15-20 minuti, non importa se si gonfiano leggermente.
Fate raffreddare bene i gusci al basilico e poi farcite con la crema che avete preparato frullando la ricotta con i pomodorini, sale e un pizzico di peperoncino.
Completate la decorazione con pezzetti di pomodorini sott'olio e basilico.








































Buona giornata a tutti!!!
Sabina

martedì 29 novembre 2016

Tranci al cioccolato vegani

Buona sera a tutti!!!
Vi dico subito che la ricetta di oggi è stato un esperimento, modestamente un esperimento ben riuscito, se non fosse stato così ovviamente non ve ne avrei parlato.
Ho mescolato gli ingredienti di due ricette, ovvero di una torta al cioccolato e un banana bread vegano.








































Questa ricetta è nata in una di quelle giornate in cui ero in crisi d'astinenza da cioccolato. Capita anche a voi? Non avevo nulla di dolce in casa e così ho messo assieme quello che avevo in dispensa.
A dir la verità, normalmente la mia dispensa è sempre vuota, ma quel giorno ero fortunata.
Tra l'altro a me piace moltissimo pane tostato con burro d'arachidi leggermente salato, banana e miele.








































Ingredienti per una teglia rettangolare 20x30 cm:

2 tazze + 1/4 di farina di mandorle
3 banane mature
1/2 tazza di burro di arachidi
2 cucchiaini rasi di lievito per dolci
1/2 tazza di zucchero di canna integrale
100 g di cioccolato fondente
2 tazzine da caffè circa di latte di soia o di mandorle

Frullate le banane, versatele in una ciotola e aggiungete man mano il burro di arachidi, lo zucchero e infine la farina di mandorle mescolata al lievito.
Amalgamate bene il tutto e poi versate il composto in una teglia rivestita con carta forno.
Fate cuocere 45 minuti nel forno preriscaldato a 180°.
Fate raffreddare bene la torta e poi preparate la ganache al cioccolato.
Scaldate in un pentolino il latte. Tagliate il cioccolato con un coltello, versatelo in una ciotola e aggiungete un po' alla volta il latte caldo. Mescolate bene finchè il cioccolato si è sciolto completamente. La ganache non deve essere nè troppo liquida e nè troppo densa, deve essere della consistenza giusta affinchè si stenda bene sulla torta.
Fate raffreddare la torta in frigo per un paio d'ore finchè la ganache si indurisca bene e poi tagliate in tranci.









































teglia rettangolare Le Creuset

Buona serata a tutti!!!
Sabina

lunedì 28 novembre 2016

Crema di zucca con crostoni al pesto, funghi e formaggio di capra

Buona sera a tutti,
è quasi ora di cena e forse sono ancora in tempo per consigliarvi qualcosa da portare in tavola.
Ormai la vellutata di zucca l'ho riproposta in mille modi, è sempre buona ed è uno di quei piatti che mi riscalda il cuore. A mio marito invece non piace tantissimo e quindi devo sempre cercare il modo per rendere questo piatto più appetibile.









































Se cercate altre versioni della crema di zucca potete trovarle con il "cerca nel blog", nella barra laterale del blog, vi basterà scrivere "crema di zucca" e usciranno tutte le ricette. L'ho preparata nella versione classica con crostini e olio di zucca, oppure con latte di cocco e spiedino di gamberi, con lo zenzero, con i fagioli, ecc...., a voi la scelta.








































Questa volta l'ho abbinata a qualcosa di veramente saporito, a qualcosa che stimola l'appetito.
Poi naturalmente, se si accompagna il tutto ad un buon bicchiere di vino, la cena diventa più interessante. Una zuppa calda e un bicchiere di vino mi fanno sentire tutto il calore di casa.








































Ingredienti per 2-4 persone:

per la crema di zucca:
500 g circa di zucca butternut senza buccia
1 cucchiaio di miele
1 cipolla
2 spicchi d'aglio
olio extra vergine d'oliva
sale e pepe
brodo vegetale
panna liquida

per i crostoni:
2 panini integrali, ai cereali, o alla zucca
150 g circa di champignon scuri
150 g di formaggio di capra morbido
pesto di basilico (ho utilizzato quello biologico di Giancarlo Ceci)
una noce di burro
sale e pepe

Scaldate il forno a 180°.
Mettete sulla placca del forno, foderata con carta, la zucca affettata, la cipolla affettata, gli spicchi d'aglio e condite con il miele, sale, pepe e un filo d'olio extra vergine d'oliva, infornate per 30-35 minuti.
Mettete poi il tutto in una casseruola, aggiungete del brodo e frullate il tutto con il frullatore ad immersione. A piacere poi aggiungete alla crema di zucca della panna liquida.
Preparate a questo punto i crostoni.
In una padella antiaderente fate sciogliere il burro su fuoco medio, mettete i funghi puliti e tagliati a metà, salate, pepate e fate cuocere circa 5-10 minuti finchè sono dorati.
Tagliate i panini a metà, spalmate con il pesto e poi con il formaggio di capra, passate sotto il grill del forno per un paio di minuti finchè il formaggio è fuso e il pane dorato.
Completate i crostoni con i funghi e servite con la crema di zucca calda.








































Buona serata e buona cena a tutti!!!
Sabina