le due bionde

le due bionde

martedì 2 febbraio 2016

Girelle alla cannella "cinnamon rolls"

Buongiorno a tutti,
ultimamente con i blog ho un po' dormito sugli allori, come si suol dire, speriamo che l'arrivo della primavera mi porti una ventata di voglia di fare, perchè così andiamo un po' male.
Credo comunque sia normale, che dopo più di quattro anni di blog non ci sia più l'entusiasmo iniziale.
Poi devo anche ammettere che non sempre ho voglia di provare ricette nuove, ho voglia di rifare e perfezionare vecchie ricette come ad esempio i cinnamon rolls di oggi.








































La ricetta è questa e per pura pigrizia e mancanza di tempo non la riscrivo.
Gli ingredienti e il procedimento sono uguali, ho soltanto cotto le girelle separatemente ben distanti tra loro, divise in due teglie. Soltanto i tempi di cottura sono leggermente diversi, 15 minuti nel forno preriscaldato a 180°, sono pronte quando diventano dorate.








































Questi "cinnamon rolls" mi piacciono moltissimo, se non li avete mai provati non sapete cosa vi perdete. Coperti sotto la campana di vetro sono rimasti morbidissimi anche tre giorni.











































Buona giornata a tutti!!!
Sabina

lunedì 25 gennaio 2016

Insalata invernale con speck

Buongiorno a tutti!!!
Come avete passato il weekend?? Io non mi sono fatta intimorire dal freddo e sono andata in alta montagna a cercare la neve. Mi sono accorta che con il passare degli anni amo sempre più l'inverno con il suo freddo e gelo, sento sempre più il desiderio di giornate tipicamente invernali.
Oggi però vado subito al dunque perchè voglio parlarvi di una nuova collaborazione. E' la mia prima collaborazione con un prodotto altoatesino che utilizzo molto spesso nelle mie ricette, si tratta dello speck, ma non uno speck qualunque, quello con il marchio di qualità del Consorzio Produttori Speck Alto Adige IGP che garantisce il rispetto dell'antica tradizione sudtirolese in ogni fase della lavorazione. Per chi ancora non lo sapesse il marchio di qualità è quella mascherina verde con la scritta "Sudtirol" che trovate sull'etichetta.














Per la ricetta di oggi ho utilizzato lo speck dell'azienda Martin, uno speck molto magro dalla leggera affumicatura, per l'esattezza quello che vedete in foto è il "cuore di speck", il taglio più pregiato, tenero, magro e particolarmente gustoso.
Nella barra laterale del mio blog trovate un elenco di ricette altoatesine dove noterete che lo speck è ovunque. Io lo utilizzo proprio per dare carattere al piatto, la nonna di mio marito mi ha insegnato anche a metterlo negli spaghetti aglio, olio e peperoncino.
Questa settimana vorrei proporvi tre nuove ricette, tre modi diversi per utilizzare lo speck.








































Ingredienti per 2 persone:

2 arance bio
50 g di speck tagliato a striscioline non troppo sottili
insalatina verde mista (lattuga, spinacino, indivia, rucola, ecc...)
50 g di gherigli di noce
1 cucchiaino di miele di acacia
aceto balsamico bianco
olio extravergine d'oliva
sale e pepe

Fate rosolare le striscioline di speck in padella finchè diventano croccanti (aggiungete un filo d'olio se lo speck è magro, altrimenti nulla).
Suddividete l'insalata ben lavata e asciugata nei piatti, disponete sopra le fettine d'arancia, i gherigli di noce e lo speck.
Preparate la vinaigrette versando l'aceto balsamico, succo d'arancia, scorza d'arancia e miele nella padella dove avete fatto rosolare lo speck, assieme al suo grasso. Fate cuocere sulla fiamma bassa in modo che tutti i sapori si amalgamino bene, salate e pepate, aggiungete altro olio se necesario o secondo i vostri gusti e versate sull'insalata la vinaigrette ancora tiepida.








































Buona giornata a tutti!!!
Sabina

mercoledì 20 gennaio 2016

Minestra di fagioli con l'occhio e cavolo nero


Buongiorno a tutti!!!
Oggi cambio programma, volevo postare la ricetta di un'insalata invernale invece con questo freddo ho pensato fosse più indicata una zuppa calda e confortante.
E' arrivato il freddo, ma d'altronde siamo in gennaio e se non fa freddo adesso quando lo deve fare???? Devo ancora uscire con Nina e il solo pensiero di mettere il naso fuori dalla porta mi fa rabbrividire, qui a Merano al momento siamo a -7°. Appena Nina si sveglia mi "imbacuccherò" per bene con sciarpa e cappello e uscirò come sempre.








































L'anno scorso una coppia di amici toscani mi hanno regalato un bellissimo libro di ricette per l'appunto toscane,
quando sono un po' a corto di idee lo sfoglio e trovo sempre qualcosa di interessante e di mio gusto, mi piacciono in particolar modo le ricette delle zuppe. Il libro è "Il libro della vera cucina fiorentina" di Paolo Petroni.









































Ingredienti per 4 persone:

200 g di fagioli con l'occhio secchi
150 g di riso per minestre (originario o vialone nano)
1 mazzetto di cavolo nero
1 cipolla
1 spicchio d'aglio
salvia
olio extravergine d'oliva
sale e pepe
parmigiano
(io ho messo anche un pizzico di peperoncino)

Mettete i fagioli a mollo per una notte nell'acqua.
Lessate i fagioli nell'acqua (un litro e mezzo) salata con uno spicchio d'aglio e qualche fogliolina di salvia.
Quando i fagioli sono ben cotti, frullatene circa la metà e rimetteteli nel brodo di cottura assieme agli altri fagioli.
In un'altra pentola, con qualche cucchiaio d'olio, rosolate la cipolla tritata e il cavolo nero tagliato a striscioline. Dopo dieci minuti di cottura aggiungete il cavolo nero insaporito al brodo di fagioli.
Fate bollire e aggiungete anche il riso, salate, pepate, aggiungete altra acqua se necessario.
Quando il riso è cotto servite la zuppa calda con un filo d'olio a crudo, pepe nero appena macinato e parmigiano.




































casseruola in ghisa verde palma e macinini sale & pepe Le Creuset

 Buona giornata a tutti!!!
Sabina

lunedì 18 gennaio 2016

Torta al cioccolato con arancia

Buongiorno a tutti,
mi fa uno strano effetto scrivere oggi, è passato tantissimo tempo dall'ultimo post. In molti mi avete scritto preoccupati e vi ringrazio, purtroppo l'Imac mi ha abbandonata proprio la sera di Natale, si è spento così, senza preavviso. All'inizio ero seriamente preoccupata, pensavo di aver perso tutto, poi me ne sono fatta una ragione e ne ho approfittato per disintossicarmi un po'. Questa distanza dal blog mi ha fatto sicuramente molto bene, ma ora devo recuperare perchè a inizio anno ho accettato nuove collaborazioni, ne ho riconfermate alcune vecchie e quindi non ho di che annoiarmi.
Nel frattempo mi sono divertita a pubblicare alcune foto su instagram, per l'occasione finalmente ho imparato a utilizzare l'Iphone.
Oggi voglio iniziare la settimana con un dolce favoloso che ho preparato qualche settimana fa.








































Una torta morbidissima e profumatissima che a casa mia è sparita in men che non si dica.









































Ingredienti per uno stampo del diametro di 24 cm:

130 g di cioccolato fondente
5 uova di grandezza media
130 g di farina di mandorle
180 g di zucchero di canna
120 g di burro
2 cucchiaini da tè di lievito per dolci
1 arancia bio
180 g di sciroppo di riso
un pizzico di sale

Fate sciogliere il cioccolato a bagnomaria, aromatizzatelo con scorza d'arancia grattuggiata e tenete da parte.
In due ciotole separate gli albumi dai tuorli.
Aggiungete ai tuorli lo zucchero, sbattete bene e poi incorporate il burro ammorbidito fino ad ottenere una crema.
Sempre nei tuorli versate il cioccolato raffreddato e la farina di mandorle mescolata al lievito.
Montate a neve gli albumi con un pizzico di sale e incorporateli delicatamente alla massa al cioccolato, mescolando dal basso verso l'alto.
Imburrate e infarinate la tortiera, versate il composto al cioccolato e cuocete nel forno preriscaldato a 180° 45-50 minuti.
A fine cottura fate la prova stecchino, lasciate raffreddare la torta 15 minuti nello stampo.
Quando la torta si è completamente raffreddata preparate lo sciroppo all'arancia.
Lavate bene l'arancia con acqua calda, asciugatela e tagliatela a fettine sottili con tutta la sua scorza.
Versate lo sciroppo di riso in un pentolino, aggiungete le fettine d'arancia e fate cuocere a fuoco moderato per 4 minuti, fate raffreddare, versate sulla torta e decorate con le fettine d'arancia.












































Buona giornata a tutti, a presto!
Sabina

martedì 22 dicembre 2015

Gingerbread cupcakes

Buona sera a tutti,
accipicchia quanto è tardi, ma perchè sotto le feste siamo sempre di corsa??? Come ogni anno, per quanto cerchi di organizzarmi in tempo, arrivo al ventitre dicembre che ho ancora mille cose da fare.
La spesa è fatta e fino a lunedì prossimo non ne voglio proprio sapere di entrare in un supermercato.
Domani vorrei preparare ancora qualche tartufino al rum, vorrei finire di pulire casa e poi vorrei dedicare un po' di tempo a me stessa e arrivare al ventiquattro senza impegni, credete sia possibile???
A dir la verità tutti questi impegni mi servono per tenere la testa occupata, per non pensare troppo, durante le feste natalizie sono sempre malinconica, per fortuna c'è anche Nina che riesce sempre a strapparmi un sorriso. Quest'anno tra l'altro, ci eravamo impegnati di tenere con noi, un paio di settimane, la sorellina di Nina, questo pensiero mi rendeva tanto felice, ma poi c'è stato un cambio di programma, non da parte nostra, e abbiamo finito di fantasticare. Già vedevo Nina ed Era gironzolarmi intorno in cucina, a combinare marachelle, a correre assieme nel bosco, a dormire assieme nella stessa cuccia, spero davvero ci possa essere un'altra occasione. Ho sempre desiderato avere due cani e questa era l'occasione per mettermi alla prova.
Comunque è tardissimo, inizio a sbadigliare e devo assolutamente scrivervi oggi questa ricetta.








































Questi cupcakes sono piaciuti moltissimo, la ricetta è nata dopo aver preparato i cupcakes alla zucca che sono molto simili.








































Ingredienti per 10-12 cupcakes:

120 g di burro
130 g di farina
80 g di zucchero di canna
2 cucchiaini di mix di spezie per gingerbread
2 uova
2 cucchiaini di lievito
un pizzico di vaniglia bourbon
un pizzico di sale
1 mela grande o due piccole
1 cucchiaio di latte

per il frosting:
200 g di mascarpone
200 ml di panna
2 cucchiai di zucchero a velo vanigliato


In una ciotola capiente mescolate bene il burro ammorbidito con lo zucchero, aggiungete le uova.
Quando il tutto è ben amalgamato aggiungete la mela grattugiata, le spezie e man mano la farina setacciata con il lievito. Se il composto dovesse essere troppo asciutto aggiungete un cucchiaio di latte o più per renderlo cremoso.
Rivestite gli stampini da muffin con i pirottini di carta e suddividete l'impasto aiutandovi con un cucchiaio.
Infornate nel forno preriscaldato a 180° per 20-25 minuti. Fate la prova stecchino per verificare la cottura.
Quando i muffin si sono raffreddati preparate il frosting mescolando il mascarpone con lo zucchero a velo e la panna montata. Riempite la sac a pochè e decorate i cupcakes.
A piacere potete spolverizzare un pizzico di mix di spezie sulla crema al mascarpone.








































Auguro a tutti un Felice Natale di vero cuore!!!
Durante le feste chi volesse seguirmi può farlo su instagram, non mancherò di postare qualche foto della mia tavola e il mio pranzo di Natale.
Con affetto!!
Sabina e famiglia

lunedì 21 dicembre 2015

Mix di spezie per gingerbread

Buongiorno a tutti,
Nina sta ancora dormendo, di un sonno anche bello pesante, mi rilassa vederla dormire così beatamente. Ancora qualche giorno e anche mio marito sarà a casa, chissà che non riesca anche io a dormire un po' di più. Oggi mi sono svegliata con il pensiero del mio nuovo "giochino", instagram.
Ebbene sì, ci sono arrivata anche io, ormai da un paio di settimane, per vedere le mie foto e seguirmi anche qui vi basterà cliccare sulla cartellina in alto nella barra laterale del mio blog, è quella con il simbolino della macchina fotografica, per chi ancora non lo sapesse, proprio dove c'è scritto "let's be social". Sorrido perchè sono la classica persona che arriva sempre tardi in tutto, soprattutto sui social, sono approdata su facebook soltanto un paio di anni fa, la cosa divertente è che quando ci arrivo mi sembra di aver fatto la scoperta dell'acqua calda. Sapevo di instagram e mi piaceva molto l'idea, ma vivendo senza cellulare era impossibile accedere, ora invece ho scoperto che si può pubblicare anche attraverso il pc e il gioco è fatto.
Ora avete capito come passo il tempo anzichè cucinare. Anche oggi anzichè una ricetta vi lascio un'idea, che personalmente trovo molto piacevole.








































Quel mix di spezie per fare i biscotti che normalmente si trova già pronto potete prepararlo voi.

Ingredienti:

4 cucchiaini di cannella in polvere
4 cucchiaini di zenzero in polvere
3 cucchiaini di cardamomo in polvere
1 puntina di chiodi di garofano in polvere
1 spolverata di noce moscata

Questo mix ha l'equilibrio giusto che piace a me. Qui trovate anche la ricetta per preparare i famosi biscotti.








































Proprio l'anno scorso ho scoperto che questo mix si può utilizzare in tanti altri modi.
Non avete idea di quanto sia buono nel latte macchiato ad esempio, basterà mettere soltanto un pizzico di polvere in superficie e mescolare, provate e poi mi saprete dire.
E' fantastico anche nella cioccolata calda con panna. Spolveratelo anche sulla panna che servite vicino ad una torta di mele ad esempio. L'ho provato anche con le mele al forno.
Nella ricetta di domani vi farò vedere come l'ho utilizzato.








































Buona giornata a tutti!!
Sabina

mercoledì 16 dicembre 2015

"Vanillegipfele" cornetti alla vaniglia

Buona sera a tutti,
finalmente riesco a postarvi una ricettina prettamente natalizia. Erano diversi anni che volevo fare questi cornetti alla vaniglia e quest'anno sono stati i primi della lista. Erano talmente buoni che non ne è rimasta nemmeno l'ombra. Ricordo ancora quelli che preparava mia mamma, si scioglievano in bocca, i suoi erano molto più buoni dei miei e ho anche capito il perchè, lei ci metteva mandorle e nocciole mentre io li ho preparati solo con le mandorle. Questa volta ho voluto fare la "tirchia", ho comperato solo mandorle, perchè le nocciole costavano troppo, ma ho capito che i biscotti di Natale bisogna farli buoni, con gli ingredienti di qualità, burro buono, frutta secca buona, il cioccolato migliore, ecc...., altrimenti è meglio non farli. I biscotti di Natale fatti in casa, devono lasciare il segno, devono essere talmente buoni che chi li assaggia deve ricordarselo per il resto della vita.
Sono ormai tanti anni che mia mamma non c'è più, ma ricordo perfettamente i suoi biscotti, con mia sorella mi divertivo a rubarli ed erano ancora più buoni. Lei li nascondeva in una credenza del salotto chiusa a chiave, conservava scrupolosamente la chiave nella tasca del grembiule, ma io e mia sorella avevamo trovato comunque il modo per rubarli, avevamo scoperto che un'altra chiave della credenza apriva tutte le porticine. Mia mamma trovava però sempre le briciole e lo zucchero a velo sul pavimento vicino alla credenza e non capiva come potesse essere possibile. Si arrivava sempre al giorno di Natale senza biscotti per gli ospiti.
Conservo gelosamente le sue ricette e cerco sempre quel sapore e quel profumo che mi riporta ai Natali da bambina. Oggi alla radio ho sentito la canzone "Stille Nacht"e in un battibaleno sono ritornata indietro di tanti e tanti anni, questa è la magia del Natale e credo sia meraviglioso farsi travolgere dai ricordi.








































Vi lascio alcuni link di ricette per biscotti di Natale che preferisco:
- alberelli al cocco e limone
- biscotti al burro
- chiocciole con fichi e mandorle
- bastoncini all'arancia
- tartufi al rum
- fagottini di prugna con  nocciole e papavero
- ravioli ripieni di marzapane, albicocche e mandorle
- spitzbuben








































Ingredienti per circa 80 cornetti:

320 g di farina
60 g di mandorle sbucciate e grattugiate finemente
60 g di nocciole sbucciate e grattugiate finemente
270 g di burro
120 g di zucchero
2 uova
un pizzico di sale
una bustina di zucchero vanigliato più altro zucchero

In una ciotola capiente o nel robot da cucina mescolate bene il burro ammorbidito tagliato a cubetti con lo zucchero, le uova e il sale fino ad ottenere una crema liscia ed omogenea.
Aggiungete man mano la farina mescolata alle mandorle e alle nocciole.
Impastate bene il tutto e formate un rotolo che avvolto nella pellicola farete riposare in frigo per almeno un'ora.
Tagliate il rotolo a fettine, modellate ogni fettina in una pallina e sucessivamente in un piccolo cornetto.
Disponete i cornetti su una teglia foderata con carta forno e cuoceteli a 180° 10-15 minuti (dipende dalla grandezza del cornetto) fino alla doratura.
Voltolate i cornetti ancora caldi in una miscela di zucchero e zucchero vanigliato.
Si mantengono diversi giorni in una latta o in un barattolo di vetro.








































Buona serata a tutti!!!
Sabina